Translate

FILETTO DI MAIALE IN "GABBIA"






Buongiorno, oggi vi lascio una ricettina adatta in questi tre giorni di festa. E' un filetto di maiale arricchito con un trito aromatico e della senape avvolto poi nella pancetta, in modo che la carne all' interno rimanga morbida e succosa. Anche la dimensione è giusta giusta per 4 persone. Adatto per un acena in famigli proprio come piace a me. Inutile dirvi che è piaciuto tantissimo ed i miei critici più sevseri non ne hanno avanzata neanche una fetta. Questo piatto lo accompagnato con: PATATE NOVELLE DORATE AL LATTE





INGREDIENTI PER 4/6 PERSONE TEMPO 1 ORA E 30 MIN.

650    gr   di filetto di maiale
100    gr   di pancetta tesa afettata
200    gr   di senape delicata
due cucchiaia di trito aromatico (rosmarino, salvia, timo)
1/2  spicchio di aglio (facolatativo)
olio evo, sale e pepe.
 

PROCEDIMENTO:

  1. Tritate finemente il rosmarino, la salvia e il timo con 1/2 spicchio di aglio. Su un tagliere salate e pepate il filetto di maiale e ungetelo con un pò di olio, poi massaggiatelo con il trito aromatico in modo che se ne rivesta completamente. Poi adagiate la carne su un piatte coprite con della pellicolae ponete in frigor per un paio d' ore ( marinatura ).
  2. Nel frattempo sopra un ampio foglio di carta forno stendete le fette di pancetta intrecciate, formando una superficie che possa coprire tutta la carne.
  3. Trascorso il tempo della marinatura, tirate fuori la carne dal frigor e spennellate la superficie del vostro filetto con la senape. A questo punto adagiatela sopra la "gabbia" di pancetta e aiutandovi con la carta forno, avvolgetevi il filetto, quindi toglietela e assicurate la panceta all' arrosto con qualche giro di spago da cucina.
  4. Mettete la crane in una casseruola abbastanza grande e passatela in forno già caldo a 200° per circa 20 minuti. Trascorso il tempo indicato, irroratela con 1/2 bicchiere di vino bianco e continuate  acuocere per altri 10 minuti. 
  5. Togliete l' arrosto dal forno, lasciatelo riposare per qualche minuto, quindi trasferitelo su un piatto da portata, tagliatelo a fette non troppo sottili e servite.


Che vino abbiniamo a queto piatto?  Abbiniamo un Teroldego  Rotaliano del Trentino Alto Adige. Un vino dal sapore asciutto e velluttato, di buona struttura, con fondo ammandorlato e leggero retrogusto amarognolo.
Un vino adatto ad accompagnare primi piatti asciutti con salse o condimenti di burro, arrosti di carne, selvaggina e formaggi a pasta dura. 
Va servito a tempertaura ambiente sui 20°.



Arrivederci alla prossima ricetta     ALIDA
Post Comment
Posta un commento

Cerca nel blog