Translate

TORTA CON MORE E PINOLI








Buongiorno,     ho trovato questa ricetta in un vecchio numero della rivista "La cucina italiana", una torta con more pinoli e crema pasticcera.

Niente di più adatto per l' appuntamento dello #sweetfriday ed inoltre una torta per festeggiare ferragosto. Io lo passerò a casa perchè noi partiamo per la montagna alla fine del mese. Voi cosa fate di bello?







INGREDIENTI PER 8 PERSONE  TEMPO: 1 ORA E 20 MINUTI

Per la pasta brisèe

300    gr     di farina "00"

75      gr     di burro

30      gr     di zucchero

40      gr     di pinoli

140    gr     di latte

sale


Per il ripieno:

20      gr   di farina

250    gr   di latte

75      gr   di zucchero

180    gr   di more

6/8     savoiardi

3        tuorli



PROCEDIMENTO:

  1. Mescolate 300 gr di farina con un pizzico di sale e con i pinoli frullati finemente con lo zucchero; intridete la farina con il burro morbido, poi amalgamate velocemente con 140 gr di latte, avvolgete la palla nella pellicola e ponetela in frigorifero a riposare per un' ora.
  2. Mescolate con una frusta due tuorli con lo zucchero, incorporatevi poi la farina e stemperate con 250 g di latte portato a bollore. Cuocete la crema per qualche minuto, poi fatela raffreddare in un bagnomaria ghiacciato, mescolandola di continuo.
  3. Stendete il 60% dell' impasto in un disco spesso 2 mm. Poi foderate una tortiera con un diametro di 22/24 cm. Rifilate la pasta lasciandone un' eccedenza di 1 cm oltre il bordo.
  4. Coprite il fondo con 6 savoiardi interi e riempite i vuoti con altri savoiardi a pezzetti se necessario. Versate la crema raffreddata sui savoiardi, distribuitevi sopra le more, qualche pinolo e chiudete la torta con il resto della pasta stesa anch' essa in un disco di 2 mm di spessore. Sigillate la pasta lungo la circonferenza con una chiusura a intreccio, spennellate la superficie con in tuorlo battuto con un goccio di latte e praticatevi delle incisioni ondulate. 
  5. Infornate la torta nel forno già caldo a 170° per 45 minuti. Sfornate e lasciate raffreddare. 




Arrivederci alla prossima ricetta      ALIDA





Post Comment
Posta un commento

Cerca nel blog